Regolamento

PROVINCIA DI ASTI SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO PER SOGGETTI CON GRAVI DIFFICOLTA’ MOTORIE (realizzato con il contributo del CO.GE.SA. – Asti nord e del C.I.S.A. – Asti – sud) REGOLAMENTO

DELIMITAZIONE TERRITORIALE

Il servizio è limitato al territorio provinciale, con esclusione degli spostamenti svolti nel territorio di un solo Comune. Esso è esteso ai collegamenti con il polo di Acqui terme, senza effettuare fermate di carico, ad eccezione di quella del capolinea per il viaggio di ritorno.

ACCESSIBILITA’

Al servizio , da effettuarsi nei giorni feriali, escluso il mese di agosto, possono accedere esclusivamente le persone con invalidità al 100% ( con invalidità documentata ai sensi di legge) ed i soggetti non deambulanti ( soggetti che versano, anche temporaneamente, in condizioni di impossibilità a deambulare autonomamente). I soggetti fruitori sono tenuti a presentare autocertificazione della propria condizione.

MODALITA’ DI PRENOTAZIONE

Gli utenti devono prenotare la corsa con orario di ufficio il giorno precedente a quello per il quale intendono richiedere il servizio dichiarando le proprie generalità contemporaneamente al numero di eventuali accompagnatori. Il vettore è tenuto ad effettuare il viaggio a meno che il mezzo sia già impegnato in un servizio precedentemente prenotato, dovrà comunicare immediatamente al potenziale utente la disponibilità o meno ad effettuare il servizio e l’importo dello stesso, proponendo, in caso di impossibilità, eventuali soluzioni alternative atte a soddisfare comunque la richiesta.
Non saranno ammessi più di 10 viaggi mensili per singolo utente.
TARIFFA Per ciascun viaggio gli utenti sono tenuti a corrispondere al vettore un corrispettivo determinato applicando all’itinerario richiesto la tariffa indicata da intendersi comprensiva di IVA nella misura vigente, per ciascun percorso teorico nella planimetria. Per i servizi di tariffa complessiva ( compreso l’eventuale viaggio di ritorno immediato) inferiori a euro 3,10 dovrà essere pagato un diritto di chiamata pari a euro 1,00 nulla è dovuto se la tariffa è pari o supera euro 3,10.
Il compenso così calcolato è comprensivo del trasporto di un accompagnatore che dovrà assistere il trasportato per tutta la durata del viaggio o eventuali familiari in età prescolare. Altri accompagnatori, oltre il primo, pagheranno la tariffa pari a euro 1,00 + iva al km sulla base della percorrenza teorica calcolata secondo quanto sopra indicato. Al termine del servizio, su richiesta dell’utente, il vettore rilascerà ricevuta di avvenuto pagamento del servizio prestato. Tale documento fiscale dovrà essere controfirmato dal trasportato o dall’eventuale accompagnatore.

MODALITA’ PER L’ATTESA

L’utente che intende usufruire del servizio di ritorno non ha diritto ad essere atteso e non è tenuto a corrispondere alcun compenso a tal fine, quando l’intervallo tra l’orario di arrivo previsto in sede di prenotazione della prima corsa e l’orario di partenza della corsa di rientro previsto (in sede di prenotazione) supera le ore tre. Nel caso in cui tale intervallo sia inferiore l’utente avrà diritto ad essere atteso dal vettore e dovrà in ogni caso corrispondere un compenso calcolato come segue :
- Nessun compenso per i primi trenta minuti di attesa;
- Euro 10,00 per la prima ora (dopo i primi trenta minuti) di attesa;
- Euro 15,00 per la seconda ora successiva (dopo i primi trenta minuti) di attesa ;
- Euro 20,00 per la terza ora e per ciascuna delle successive ore (dopo i primi trenta minuti) di attesa.
Il compenso dovuto per il servizio di attesa è commisurato sull’effettivo intervallo tra l’arrivo della corsa di andata e la partenza di quella di ritorno.
Durante tutto il periodo di attesa il vettore dovrà sostare nel luogo di scarico oppure il altro luogo concordato con l’utente. Trenta minuti prima della scadenza del tempo di attesa concordato il vettore dovrà avvisare o far avvisare l’utente dell’imminente scadenza. Il vettore salvo che questo non comporti ritardi nei servizi già prenotati, sarà tenuto comunque ad attendere l’utente per ulteriori trenta minuti oltre la scadenza e concordare con l’utente l’eventuale prolungamento dell’attesa e la relativa tariffa.

Il vettore non può riscuotere la tariffa da più trasportati per contemporanei tempi di attesa.. In tal caso dovrà riscuotere la tariffa ripartendola equamente tra i trasportati. OBBLIGHI DELL’UTENTE

L’utente sarà tenuto a pagare secondo i percorsi e gli orari della prenotazione se non avrà disdetto prima dei 120 minuti dall’effettuazione del servizio e non potrà chiedere variazioni del percorso dello stesso e dell’orario oltre tale momento. E’ inoltre obbligato, all’atto dell’inizio del servizio, a documentare il proprio grado di invalidità mediante compilazione di apposito modello di autocertificazione.

REGOLARITA’ DEL SERVIZIO

Il personale preposto svolgerà l’attività di vigilanza della corretta effettuazione del servizio. Eventuali disservizi dovranno essere comunicati a: U.R.P. Asti presso ASTI SERVIZI PUBBLICI S.p.A. – C.so Don Minzoni 86, Asti – tel. 0141- 434611, oppure COAS – numero verde 800978579

VARIAZIONI AL REGOLAMENTO

Dato il carattere sperimentale dell’attuale fase, le norme contenute nel presente regolamento potranno essere motivatamente variate in ogni momento.

RESPONSABILITA’

La Provincia di Asti, il COAS, la società Asti Servizi Pubblici S.p.A. non sono responsabili per eventuali danni a persone o cose durante l’effettuazione del servizio.
Asti, 01/05/2011.

News

29-09-2017 -

linea 47 Alba - Villanova - Torino, modifica orari corse festive serali.

La consorziata GIACHINO ricorda alla Spettabile Clientela che a far data da domenica 01/10/2017 le corse festive serali della linea 47 "Alba - Villanova - Torino" vengono come di consueto anticipate di un'ora, con partenza da Alba alle ore 17,00 e da Torino alle ore 18,50.


29-08-2017 -

inizio servizio invernale scolastico

Si avvisa la Spettabile Clientela che il servizio invernale scolastico riprenderà a far data da lunedì 11/09/2017.


Spazio ai Viaggiatori
Elenco linee
Viaggia con noi