Regolamento

Regolamento
PROVINCIA DI ASTI SERVIZIO DI TRASPORTO PUBBLICO PER SOGGETTI CON GRAVI DIFFICOLTA’ MOTORIE REGOLAMENTO
DELIMITAZIONE TERRITORIALE
Il servizio è limitato al territorio provinciale, con esclusione degli spostamenti svolti nel territorio di un solo Comune. Esso è esteso ai collegamenti con il polo di Acqui terme, senza effettuare fermate di carico, ad eccezione di quella del capolinea per il viaggio di ritorno.
ACCESSIBILITA’
Al servizio , da effettuarsi nei giorni feriali, escluso il mese di agosto, possono accedere esclusivamente le persone con invalidità al 100% ( con invalidità documentata ai sensi di legge) ed i soggetti non deambulanti ( soggetti che versano, anche temporaneamente, in condizioni di impossibilità a deambulare autonomamente). I soggetti fruitori sono tenuti a presentare autocertificazione della propria condizione.
MODALITA’ DI PRENOTAZIONE
Gli utenti devono prenotare la corsa con orario di ufficio il giorno precedente a quello per il quale intendono richiedere il servizio dichiarando le proprie generalità contemporaneamente alla presenza di eventuali accompagnatori. Il vettore è tenuto ad effettuare il viaggio a meno che il mezzo sia già impegnato in un servizio precedentemente prenotato, dovrà comunicare immediatamente al potenziale utente la disponibilità o meno ad effettuare il servizio e l’importo dello stesso, proponendo, in caso di impossibilità, eventuali soluzioni alternative atte a soddisfare comunque la richiesta. 


TARIFFA
 Per ciascun viaggio gli utenti sono tenuti a corrispondere al vettore un corrispettivo determinato applicando all’itinerario richiesto la tariffa indicata da intendersi comprensiva di IVA nella misura vigente, per ciascun percorso teorico nella planimetria. Per i servizi di tariffa complessiva ( compreso l’eventuale viaggio di ritorno immediato) inferiori a euro 3,55 dovrà essere pagato un diritto di chiamata pari a euro 1,15. Nulla è dovuto se la tariffa è pari o supera euro 3,55. Il compenso così calcolato è comprensivo del trasporto di un accompagnatore che dovrà assistere il trasportato per tutta la durata del viaggio nonché dell’IVA, se dovuta. Al termine del servizio, su richiesta dell’utente, il vettore rilascerà ricevuta di avvenuto pagamento del servizio prestato.
MODALITA’ PER L’ATTESA
L’utente che intende usufruire del servizio di ritorno non ha diritto ad essere atteso e non è tenuto a corrispondere alcun compenso a tal fine, quando l’intervallo tra l’orario di arrivo previsto in sede di prenotazione della prima corsa e l’orario di partenza della corsa di rientro previsto (in sede di prenotazione) supera le ore tre. Nel caso in cui tale intervallo sia inferiore l’utente avrà diritto ad essere atteso dal vettore e dovrà in ogni caso corrispondere un compenso calcolato come segue :

  • Nessun compenso per i primi trenta minuti di attesa;
  • Euro 12,00 per la prima ora (dopo i primi trenta minuti) di attesa;
  • Euro 18,00 per la seconda ora successiva (dopo i primi trenta minuti) di attesa;
  • Euro 25,00 per la terza ora e per ciascuna delle successive ore (dopo i primi trenta minuti) di attesa.

 
Il compenso dovuto per il servizio di attesa è commisurato sull’effettivo intervallo tra l’arrivo della corsa di andata e la partenza di quella di ritorno. Durante tutto il periodo di attesa il vettore dovrà sostare nel luogo di scarico oppure il altro luogo concordato con l’utente. Trenta minuti prima della scadenza del tempo di attesa concordato il vettore dovrà avvisare o far avvisare l’utente dell’imminente scadenza. Il vettore salvo che questo non comporti ritardi nei servizi già prenotati, sarà tenuto comunque ad attendere l’utente per ulteriori trenta minuti oltre la scadenza e concordare con l’utente l’eventuale prolungamento dell’attesa e la relativa tariffa.
Il vettore non può riscuotere la tariffa da più trasportati per contemporanei tempi di attesa.. In tal caso dovrà riscuotere la tariffa ripartendola equamente tra i trasportati.
OBBLIGHI DELL’UTENTE
L’utente sarà tenuto a pagare secondo i percorsi e gli orari della prenotazione se non avrà disdetto prima dei 120 minuti dall’effettuazione del servizio e non potrà chiedere variazioni del percorso dello stesso e dell’orario oltre tale momento. E’ inoltre obbligato, all’atto dell’inizio del servizio, a documentare il proprio grado di invalidità mediante compilazione di apposito modello di autocertificazione.
REGOLARITA’ DEL SERVIZIO
Il personale preposto svolgerà l’attività di vigilanza della corretta effettuazione del servizio. Eventuali disservizi dovranno essere comunicati a: U.R.P. Asti presso ASTI SERVIZI PUBBLICI S.p.A. – C.so Don Minzoni 86, Asti – tel. 0141- 434611, oppure COAS – numero verde 800978579
RESPONSABILITA’
La Provincia di Asti non è responsabile per eventuali danni a persone o cose durante l’effettuazione del servizio.
 
Asti, 04/03/2014
(rif. Determina Dirigenziale n. 933 del 04/03/2014 – Provincia di Asti, Settore Trasporti)

News

14-10-2021 -

obbligo di Green Pass lavoratori - possibili ripercussioni sul servizio di trasporto pubblico

A decorrere dal 15 ottobre 2021 e fino alla cessazione dello stato di emergenza (attualmente fissato al 31 dicembre 2021), tutti i lavoratori, per accedere al lavoro saranno tenuti a possedere ed esibire, a richiesta, la certificazione verde COVID-19 (c.d. green pass) in corso di validità (art. 9-septies del DL n. 52/2021, introdotto dal DL n. 127/2021). L’obbligo introdotto potrebbe causare disservizi a danno della clientela in quanto una improvvisa e massiccia assenza di autisti non ci consentirebbe di operare le normali procedure di sostituzione del personale. Le aziende del consorzio, come tutte quelle del settore del trasporto pubblico, potrebbero quindi essere costrette a cancellare alcune corse a causa della mancanza di personale di guida. Da parte nostra faremo tutto il possibile affinché il servizio si svolga regolarmente, ma non siamo in grado di poterlo garantire. Si prega la clientela di consultare i siti web aziendali, i canali Twitter, Facebook, Instagram per avere tutte le informazioni che le aziende saranno in grado di fornire. Ci scusiamo per il disagio non dipendente dalla nostra volontà.


04-09-2021 -

deviazioni linee 47 "Alba - Torino" e 48 "Alba - Torino Mirafiori" - consorziata Giachino

La consorziata Giachino comunica che visto il permanere delle limitazioni di transito sul ponte che attraversa il Rio Valmaggiore al km. 11,300 della SP19 in Frazione Martinetta a San Damiano d’Asti, si avvisa la Gentile Clientela che le corse sulle linee 47 “Alba – Villanova – Torino” e 48 “Alba – Villanova – Torino Fiat Mirafiori” proseguiranno la deviazione in entrambe le direzioni a Cisterna d’Asti. Restano quindi validi i seguenti provvedimenti già in atto: Linea 47 “Alba - Villanova – Torino” 1) Le corse in andata seguiranno il seguente percorso: San Damiano centro (fermate Piazza IV Novembre, Via Cartello, Piazza Rossino), Rondò, Bivio San Grato, San Giulio Bv. SP19 - SP12, San Giulio Bv. Verneglio, San Damiano Bv. Gorzano, San Damiano Bv. Vascagliana, poi deviazione per Cisterna per riprendere il percorso normale dal Bivio SP10 – SP19 a Guarene di Ferrere; Le corse di ritorno seguiranno il seguente percorso: Dopo Guarene di Ferrere deviazione per Cisterna lungo la SP10, San Damiano Bv. Vascagliana, San Damiano Bv. Gorzano, San Damiano Bv. Verneglio, San Giulio Bv. SP12 – SP19, Bivio San Grato, Rondò, San Damiano centro (fermate Baluardo Solferino, Via Cartello, Via Roma) poi percorso normale. Non verranno effettuate tutte le fermate nel tratto interdetto tra San Giulio ed il Bv. per Cisterna; 2) Onde garantire il carico dell’utenza di San Pietro e Castelnuovo, la corsa di andata del mattino, attualmente in partenza da San Damiano Centro alle ore 6,50 per Alba, giungerà alle ore 6,35 a San Pietro effettuando inversione di marcia alla fermata denominata Fontana e da lì effettuerà tutte le fermate in direzione San Damiano – Alba. Solamente una delle corse di ritorno delle ore 14,05 da Alba per San Damiano effettuerà il prolungamento fino a San Pietro Fontana, garantendo il trasporto degli studenti. Attenzione la corsa che prosegue per Villanova d’Asti devierà per Cisterna, si pregano quindi gli utenti di San Pietro e Castelnuovo di salire sull’autobus limitato a San Damiano che effettuerà il prolungamento fino a San Pietro. Per garantire l’arrivo ad Alba alle ore 7,20 inoltre le due corse in partenza da Villanova alle ore 6,10 verranno anticipate alle ore 6,00 con passaggio in anticipo di 10 minuti a tutte le fermate nel tratto tra Villanova e Guarene di Ferrere. Linea 48 “Alba - Villanova – Torino Fiat Mirafiori” 3) Le corse in andata seguiranno il seguente percorso: San Damiano centro (fermate Piazza IV Novembre, Baluardo Magenta, Via Cartello), Via Cisterna/Borgata Vascagliana Fermata Gtt Lebreto (Bivio Stizza), San Damiano Borgata Vascagliana, poi deviazione per Cisterna per riprendere il percorso normale dal Bivio SP10 – SP19 a Guarene di Ferrere; Le corse di ritorno seguiranno il seguente percorso: Dopo Guarene di Ferrere deviazione per Cisterna lungo la SP10, San Damiano Borgata Vascagliana, Via Cisterna/Borgata Vascagliana Fermata Gtt Lebreto (Bivio Stizza), San Damiano centro (fermate Baluardo Magenta (ex carceri), Via Cartello, Via Roma) poi percorso normale. Non verranno effettuate tutte le fermate nel tratto tra San Giulio, Gorzano ed il Bv. Vascagliana SP12-SP10; 4) Onde garantire l’arrivo dei lavoratori dello Stabilimento FIAT Mirafiori le corse attualmente in partenza da Alba alle ore 4,00 – 12,00 e 20,05 verranno anticipate di 10 minuti con partenza da Alba alle ore 3,50 – 11,50 e 19,55. Tutti gli orari di passaggio alle varie fermate nel tratto da Alba a San Damiano d’Asti saranno quindi in anticipo di 10 minuti.


09-06-2021 -

On line il calendario scolastico regionale per l'A.S. 2021-2022

Nella sezione orari del sito è stato pubblicato il calendario scolastico regionale per l'A.S. 2021 - 2022.


19-05-2021 -

Sui bus di Asp trasporto gratuito verso il centro vaccinale

La multiutility astigiana aderisce all’iniziativa di Regione Piemonte e Agenzia della Mobilità Piemontese La Regione Piemonte, in collaborazione con l’Agenzia della Mobilità Piemontese, al fine di contribuire all’accelerazione della campagna di contrasto dell'emergenza epidemiologica da Covid-19, ha annunciato la possibilità di far viaggiare gratuitamente sui mezzi del trasporto pubblico locale gli utenti diretti ad un centro vaccinale. Anche Asp, attenta e proattiva nell’adozione delle norme utili a contenere la diffusione del virus sui propri mezzi, aderisce all'iniziativa. Per usufruire del servizio l'utente può mostrare a bordo del bus il messaggio e-mail o sms ricevuto dalla Regione in cui sono indicate data, orario e sede dell’appuntamento. Il Sindaco Maurizio Rasero, soddisfatto dell’iniziativa, ricorda: “E’ consentito ai cittadini viaggiare gratuitamente sui bus dell’Asp, esclusivamente nel giorno della prenotazione, per le corse di andata e ritorno dal centro vaccinale. Mi complimento con Asp, Regione Piemonte ed Agenzia della Mobilità Piemontese per questa scelta che tiene conto delle esigenze dei cittadini nello spostamento verso l’HUB vaccinale astigiano”. Per informazioni: tel. 0141 434711, www.asp.asti.it, www.ilpiemontetivaccina.it e app AstiSmartBus


11-05-2021 -

viaggio gratuito per vaccinazioni COVID-19

Si informa la Spettabile Clientela che anche il Consorzio COAS ha aderito all’iniziativa promossa dalla Regione Piemonte in collaborazione con l’Agenzia della Mobilità Piemontese e le aziende esercenti i servizi di trasporto pubblico che consente di viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici per raggiungere il centro vaccinale. Ai fini dell’utilizzo gratuito dei mezzi pubblici di linea per la vaccinazione è sufficiente che porti con te il messaggio sms o la mail che attestino che stai utilizzando il mezzo nel giorno e in coerenza con l’orario della vaccinazione e un documento di riconoscimento. Puoi viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici di linea solo per spostarti dalla tua residenza al centro vaccinale e per tornare a casa e solo nel giorno della vaccinazione in orario coerente con quello dell’appuntamento. L’iniziativa parte da lunedì 10 maggio 2021 e riguarda tutto il Piemonte. La durata è prevista fino al completamento della campagna di vaccinazione.


04-11-2020 -

variazione di percorso linea 49 Asti - Govone - Alba - consorziata Giachino

La consorziata Giachino avvisa la Spettabile Clientela che a seguito di comunicazione inviata dal Comune di Antignano, da giovedì 05 novembre 2020 sino a nuove comunicazioni, vista la limitazione al transito lungo la SP68 dei Perosini di Antignano ai veicoli fino a 35 q.li, tutte le corse della linea 49 Asti – Govone – Alba in entrambe le direzioni non potranno più giungere presso le frazioni Gonella e Perosini. In dettaglio: • la corsa in partenza da Alba alle ore 8,00 per Asti giunta al Bv. Boj proseguirà per Antignano Piazza (inversione di marcia) poi Celle Enomondo, a seguire percorso normale; • le corse in partenza da Asti alle ore 9,45 per Priocca, mercatale del mercoledì alle ore 11,30 per Priocca, alle ore 14,10 per Asti, giunte ad Antignano Piazza (inversione di marcia) poi Bv. Boj, a seguire percorso normale.


12-03-2020 -

chiusura ufficio Villanova il sabato - consorziata Autolinee Giachino

A seguito delle misure di contenimento della diffusione del COVID-19 prese dalle Autorità preposte la consorziata Autolinee Giachino avvisa la Spettabile Clientela che a partire da sabato 14 marzo 2020 e fino a data da destinarsi l’ufficio di Villanova d’Asti sarà chiuso nella sola giornata di sabato. Saremo invece regolarmente aperti dal lunedì al venerdì con i soliti orari. Per informazioni relative ai servizi di trasporto pubblico locale si invita la Clientela ad utilizzare i seguenti canali informativi: • COAS NUMERO VERDE 800.978.579 • PRONTO TPL REGIONE PIEMONTE NUMERO VERDE 800.333.444 • Sito aziendale www.autolineegiachino.it • Sito consortile www.consorziocoas.it


21-01-2020 -

AVVISO - detrazione fiscale abbonamenti trasporto pubblico locale

Con i commi 679 e 680 dell'articolo 1 della legge di bilancio, a partire dal primo gennaio 2020 è stato posto l'obbligo in capo ai contribuenti che intendono usufruire della detrazione IRPEF (lorda) del 19% in sede di dichiarazione dei redditi, di avvalersi di strumenti di pagamento "tracciabili" , dovendo intendersi per tali tutti quelli diversi dal contante (carte di credito e di debito, bonifici , assegni...). Al fine di adempiere correttamente gli obblighi necessari per poter usufruire della detrazione al 19% è necessario conservare gli scontrini cartacei per un periodo di 5 anni, indipendentemente dal tipo di pagamento (e, pertanto, anche per i pagamenti elettronici, per i quali occorrerà conservare non solo lo scontrino fiscale ma anche la copia del pagamento POS, in modo da fornire al fisco in caso di contestazione l'abbinata del pagamento tracciato con la spesa sostenuta e dimostrata da scontrino stesso). Si ricorda che sono detraibili ex art. 15 TUIR le spese relative agli abbonamenti per il trasporto pubblico locale, chiaramente anch'essi con pagamento tracciabile.


Spazio ai Viaggiatori
Elenco linee
Viaggia con noi